È notizia di questi giorni: Google, il search engine più usato al mondo, lancerà un restyling della propria interfaccia Gmail, versione desktop. Quali le novità?

Dal punto di vista operativo, queste le novità più interessanti del restyling Gmail:

– Sarà dotato anche sul web del sistema smart reply, il risponditore automatico attualmente già presente nelle versioni mobile di Gmail per Android e iOS.

– Il nuovo Gmail avrà un sistema per silenziare (“snooze”) le mail in ricezione. Cosa significa? Che potremo rimandarne l’arrivo nella nostra inbox, nascondendole per un certo periodo. Trascorso il quale, riappariranno. Questo per una gestione “più prioritaria” delle propria mail.

– Ancora più interessante, nella nuova versione di Gmail ci sarà un supporto alle operazioni offline. Attualmente questa operazione è possibile solo su mobile, usando tool come l’estensione Gmail Offline per Chrome.

– Infine, il sistema migliorerà la possibilità di accesso agli altri strumenti della suite Google (Maps, Calendar, Google Plus, etc.).

Il cambio di look di Google Calendar, che potrebbe essere indicativo dello stile di restyling di Google Gmail.

Certamente, infine, ci sarà un restyling grafico. Quali sono le novità? Si sa che il nuovo Gmail sarà studiato per migliorare la user experience. Non ci sono comunque altre indicazioni sulle modifiche all’aspetto di presentazione, al momento. Google, però, ha rilasciato da poco la nuova UI per Calendar: l’aspetto grafico di Gmail potrebbe quindi, come per il nuovo Calendar, essere più intuitivo e essenziale. Più vicino, con tutta probabilità, alle caratteristiche di una app.

Ti interessa approfondire, saperne di più? Vuoi dirci cosa ne pensi? Scrivici nei commenti!

Multimedia Specialist in Viseeva, è IT Engineer per formazione. Cura i progetti e gli articoli dell'area Multimedia ed ICT. Lavora anche come docente in scuole ed enti di formazione.

YOU MAY ALSO LIKE

Spring Edizioni: Branding, Comunicazione, Marketing, Web e Graphic Design
Statistiche utilizzo browser web: i dati a Gennaio 2018
Spot Viseeva: il making of

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *